Il token EDO si sta aggiornando!


Fin dal 2017 il token EDO è stato al centro dell’ecosistema Eidoo, al servizio della community ed ha alimentato i nostri vari prodotti e servizi. Il preordine della Eidoo Card ha rappresentato il completamento della roadmap originale di Eidoo, realizzando di fatto tutto il potenziale e l’utilità di EDO.

Guardando al futuro, abbiamo avviato una stretta collaborazione con il team di Provable Things, che vedrà, tra le altre cose, un aggiornamento del token EDO. Tale aggiornamento è finalizzato ad ampliare ancora di più la sua utilità e funzionalità. Questo aggiornamento risulterà in un cambio di nome del token, da EDO a PNT.

PNT continuerà a fornire tutti i vantaggi a cui sei già abituato, dandoti accesso a funzionalità all’avanguardia del settore, come il programma cashback di Eidoo Card e la funzionalità Atomic Swap all’interno dell’app.

Oltre a questo, sarai anche invitato a partecipare in un ecosistema completamente nuovo: la pNetwork

Cos’è la pNetwork?

Di recente abbiamo annunciato la nostra integrazione con pTokens, una soluzione “industry-first” del settore, inizialmente lanciata dal principale team di sviluppo dietro Provable Things. Questa soluzione ha l’obiettivo di sbloccare la liquidità nella DeFi (Finanza Decentralizzata) rendendo ogni criptovaluta compatibile con ogni blockchain. pBTC è stato il primo della serie pTokens ad essere lanciato, rendendo Bitcoin finalmente compatibile con la rete Ethereum. Puoi già ottenere pBTC nel tuo wallet Eidoo semplicemente scambiandolo con altri token. La Eidoo app ti permette inoltre di coniare e riscattare i tuoi pBTC in modo indipendente, direttamente nel wallet.

La pNetwork è l’architettura open source sottostante che alimenta il sistema pTokens.

La pNetwork è essenzialmente una rete di nodi chiamati “validatori” che mantengono il sistema in esecuzione, assicurando che il processo di conio e riscatto di pTokens avvenga in modo efficiente e sicuro. I validatori garantiscono inoltre che non vi sia un “single point of failure” e che nessun malintenzionato possa infiltrarsi nel sistema o comprometterlo.

Chiunque sia in possesso di PNT potrà unirsi alla DAO di pNetwork e svolgere un ruolo nella governance del sistema pTokens. I possessori di PNT possono votare diverse proposte di miglioramento e sviluppo. Per esempio, i membri possono votare su quali nuovi “pTokens bridges” (ponti di collegamento tra due blockchain) dovrebbero essere sviluppati in seguito, come per esempio pLTC su Ethereum.

 

Perché Eidoo e Provable Things stanno collaborando? 

Eidoo e Provable Things sono consociate e i loro team lavorano a stretto contatto per eccellere nell’innovazione blockchain. Uniscono le loro competenze e tecnologie coesive, contribuendo allo sviluppo e alla crescita del settore finanziario decentralizzato.

Il progetto pTokens rappresenta un nuovo paradigma per l’intero ecosistema DeFi. La capacità di una criptovaluta di “spostarsi” attraverso diverse blockchain sta aiutando a sbloccare la liquidità nel mercato, spingendo la DeFi oltre i suoi limiti attuali.

La decisione di aggiornare il token nativo EDO in PNT è stata una decisione presa da entrambi i team in collaborazione. Questo nuovo caso d’uso per il token EDO amplierà la sua utilità in quanto diventerà il carburante per una gamma più ampia di servizi all’interno dell’ecosistema pNetwork.

 

28+ Milioni di EDO verranno bruciati

In preparazione all’aggiornamento del token e come indicazione di una nuova fase per la sua token economy, un addizionale “token burn” verrà manualmente operato dal team di Eidoo. Le ragioni di questa scelta sono indicati di seguito. L’importo ad essere bruciato corrisponderà a 28,350,000 token EDO.

Il “token burn” è un comune meccanismo utilizzato nelle “token economies” per ridurre la massa monetaria circolante di un token. Questa pratica induce un aumento del valore dell’asset, rendendolo più scarso. Il meccanismo di “token burn” è utilizzato da una varietà di progetti nell’ecosistema crypto, tra i quali il token BNB di Binance e il token LEO di Bitfinex.

Il token EDO implementa un meccanismo di “token burn” automatico sin dal 2019. I token EDO vengono bruciati durante l’utilizzo dei vari servizi all’interno dell’app Eidoo, tra cui Eidoo Swap.

L’obiettivo principale dietro al “token burn” di 28+ milioni di EDO è quello di raggiungere un sistema di governance più’ decentralizzato, dal momento che viene effettuato in preparazione dell’aggiornamento del token che andrà ad introdurre il nuovo ruolo di EDO all’interno della pNetwork e della sua DAO.

Questo “token burn” ridurrà significativamente il numero di token detenuti da Eidoo, andando a bruciare oltre l’80% dell’attuale importo di token detenuto dall’azienda. Tale operazione permette di implementare una distribuzione di token molto più decentralizzata, riducendo il numero di tokens detenuti da Eidoo significa ridurre il controllo nelle mani del progetto stesso. Questo è particolarmente importante in ottica futura, in modo tale che il modello di governance basato sulla pNetwork DAO sia effettivamente gestito dai detentori di PNT e non dia controllo unilaterale all’azienda.

Grazie al “token burn” di EDO, che avverrà appena prima dell’aggiornamento del token, la massa monetaria circolante di PNT al lancio sarà di circa 60 milioni di token. Questi 60 milioni di PNT saranno distribuiti tra più di 7000 indirizzi Ethereum, ponendo le basi per una delle DAO più grandi nel settore DeFi.

Da notare che il token EDO viene continuamente bruciato sulla base dell’attività giornaliera dei servizi offerti da Eidoo, contribuendo quindi per una riduzione costante della massa monetaria.

Come funzionerà l’aggiornamento?

Tutti i token EDO verranno trasformati in token PNT nelle prossime settimane. Il valore e l’utilità di EDO verrà quindi trasferita al token PNT.

Una data esatta per il “token burn” verrà confermata con tutti i partner e comunicata agli utenti. In quella data, i depositi e prelievi di EDO verranno stoppati sugli exchange. Questo permette al team di prendere uno snapshot di tutti gli indirizzi Ethereum detentori di token EDO per poi procedere ad un airdrop di PNT.

Tutti i possessori di EDO riceveranno un airdrop PNT 1:1, che sarà visibile nei wallet Eidoo in automatico (o in qualsiasi altro Exchange wallet che supporta Ethereum). Per chiunque sia in possesso di token EDO su exchanges come Binance e Bitfinex, il processo avverrà automaticamente e i token holders vedranno il token PNT apparire automaticamente nei loro account, andando a rimpiazzare la loro precedente quantità di EDO.

Ti daremo maggiori informazioni non appena si avvicinerà la data in cui avverrà questo entusiasmante aggiornamento, quindi assicurati di non perderti le ultime novità iscrivendoti ai nostri canali social o entrando nei nostri canali Telegram ufficiali.

Puoi anche conoscere pTokens leggendo questa guida introduttiva. O per qualcosa di più tecnico, leggi tutto ciò che c’è da sapere su pNetwork.

 

Quali sono i benefici del token PNT?

Il token PNT andrà a svolgere tutte le funzioni precedentemente coperte dal token EDO. Con questa operazione, infatti, il token acquisisce maggiore utilità, abilitando i detentori di PNT a partecipare attivamente nell’ecosistema pNetwork.

Il token PNT allinea gli incentivi per tutti i partecipanti del network, abilitando operazioni sia lato validatori che lato membri della DAO.

Durante le prime fasi della pNetwork, un incentivo economico viene introdotto nel sistema al fine di incoraggiare gli utenti ad una partecipazione attiva all’interno della DAO. Nei primi due anni, chiunque proceda allo staking di PNT e alla partecipazione attiva vedrà i propri token crescere grazie ad un tasso di interesse complessivo del 63% su due anni. Fino a 28,350,000 token PNT sono dedicati all’iniziativa – questi vengono generati tramite un meccanismo di inflazione.

A chiunque sia interessato a partecipare nella pNetwork come validatore (nodo) è richiesto di mettere in staking 200k token PNT. Questo non soltanto dimostra un serio interesse nel progetto e funziona come vincolo, ma crea un potenziale beneficio economico per tutti i validatori i quali vengono premiati per il loro contributo tramite le fee di peg-in e peg-out del sistema pTokens. I validatori sono inoltre idonei per l’ottenimento del tasso d’interesse del 63% su due anni sui token in staking.

 



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *